La serra

Protagonista di una zona separata dal parco all’inglese, quasi un “giardino segreto”, è la bellissima serra in vetro e ferro dei Fratelli Lefebvre di Parigi, fatta costruire sul finire del XIX secolo da Carlo Bearudo di Pralormo, nonno degli attuali proprietari. Addossata alle spesse mura in mattoni del castello, sul lato sud in pieno sole, la serra consentì alla Contessa Matilde di coltivare piante e fiori che non avrebbero altrimenti sopportato i rigidi inverni piemontesi: agrumi, orchidee e altre varietà esotiche di gran moda al finire del secolo.

La serra ad ottobre e a marzo si trasforma in un vero e proprio jardin d’hiver, colorato di agrumi profumati, piccole piante da frutto e orchidee mentre sul bancone della serra, proprio di fronte alle vetrate, una collezione di piante succulente trascorre tutta l’estate offrendo rare e preziose fioriture.

serra-ingressoLa serra si affaccia sul giardino, caratterizzato da una quasi continua fioritura a rotazione, il cui impianto originario fu voluto dalla stessa Contessa Matilde alla fine del 1800. Infatti, a partire dal primo giardino di rose cinquecentesco, da sempre il giardino e i fiori sono stati curati con passione dalle donne della famiglia Beraudo di Pralormo, che si tramandano da generazioni anche piccoli segreti per trasformare foglie, fiori e bacche in straordinari allestimenti floreali.

Tutte le immagini del sito sono coperte dai diritti fotografici e non possono essere riprodotte con alcun mezzo senza autorizzazione.