La famiglia Pralormo

La famiglia Beraudo, nella seconda metà del ’600, arrivarono a Torino da Barcelonnette al seguito del Cardinal Maurizio di Savoia e vennero investiti del titolo comitale di Conti di Pralormo dalla Reggente Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours. Lo stemma di famiglia in terminologia araldica si blasona (cioè si descrive) così : Di rosso a tre colombe d’argento, col capo cucito d’azzurro ad una stella d’oro. Esso traduce graficamente il motto della famiglia Puritas et Veritas, in latino Purezza (le colombe) e Verità (la stella).

I Beraudo di Pralormo ricoprirono incarichi importanti nel Regno: nel 1700 Filippo Domenico I° fu primo pretore piemontese nella Valsesia e poi reggente della Gran Cancelleria nella Sardegna appena passata ai Savoia, suo figlio Vincenzo Sebastiano fu artefice della rettifica dell’alveo del Po a Carmagnola per evitare le periodiche inondazioni. Carlo I° Beraudo di Pralormo (1784-1855) fu Ambasciatore a Vienna sotto Re Carlo Felice, poi, all’epoca di Carlo Alberto, Ministro delle Finanze e Ministro degli Interni del Regno di Sardegna. Re Vittorio Emanuele II° lo nominò Ministro plenipotenziario per la pace con l’Austria nel 1849, lo insignì del collare dell’Annunziata ed infine lo inviò Ambasciatore a Parigi. In epoche più recenti Emanuele Beraudo di Pralormo (1887-1960) padre dell’attuale proprietario, fu Generale di Corpo d’Armata, Medaglia d’Oro al Valor Militare e, in campo sportivo, eccellente cavaliere, tanto da ottenere la medaglia di bronzo a squadre alle Olimpiadi di Parigi del 1924, nel Concorso Completo di Equitazione. Sua moglie e madre dell’attuale proprietario, Maria Incisa della Rocchetta (1901-1996), figlia del marchese Enrico Incisa della Rocchetta e di Eleonora dei Principi Chigi, ebbe un ruolo fondamentale nella conservazione del Castello in tutta la seconda metà del 1900. Proprietario attuale del Castello è il conte Filippo Beraudo di Pralormo, con la moglie Consolata ed i figli.

La famiglia Pralormo risiede abitualmente al Castello esercitando il ruolo di tutela e conservazione attraverso continui restauri. Consolata Beraudo di Pralormo è stata l’ideatrice e realizzatrice di numerose iniziative: dimostratasi dotata di grande creatività oltre che di determinazione, entusiasmo e tenacia, si laurea in Storia dell’Arte con una tesi sulla storia del parco inglese e dal 1975 inizia a disegnare abiti per bambini. Dai primi anni ’90, a questa attività affianca la riscoperta e il rilancio di un’antica arte decorativa piemontese, il ricamo Bandera, ricamo d’arredamento di origini seicentesche. Nel 1992 fonda la Consolata Pralormo Design, finalizzata alla progettazione e organizzazione di eventi, mostre, festival, molti dei quali si sono svolti proprio nel castello di famiglia. In particolare, MESSER TULIPANO, evento botanico che ogni anno dal 2000 nel mese di aprile accoglie migliaia di visitatori con la spettacolare fioritura di tulipani nel parco.

 

Tutte le immagini del sito sono coperte dai diritti fotografici e non possono essere riprodotte con alcun mezzo senza autorizzazione.